TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA dall'alto
- Piatto ricco mi ci ficco!, Ricotta, Verdure

Vegeto ergo sforno: TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA

Il mio cavallo di battaglia svuota frigo in versione vegetariana per l’amica a sorpresa: TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA.

TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA cotta

Sarà per l’alimentazione troppo sana che gli confonde le idee, ma i miei amici vegetariani non hanno la concezione del tempo, tendono infatti a venirmi a trovare sempre all’ora sbagliata: quella dei pasti.

Secondo me lo fanno perchè sentono l’odore della carne da chilometri… Ovviamente sei costretta ad invitarli a mangiare qualcosa, loro serafici (è l’effetto delle troppe verdure…) ti ringraziano ma sostengono di essere pieni perché hanno brucato un piattone di insalata in pausa pranzo. Erba alle 13?? E siete pieni?? Io non lo sarei neanche se l’avessi fumata!

É chiaro che mentono, spaventati dall’idea di non poter mangiare nulla di commestibile che non sia stato brutalmente sacrificato sull’altare di Hannibal the cannibal.
E tutti i torti non hanno…

Fatto sta che all’ora di cena arriva Patty, che al citofono cinguetta (è l’effetto del troppo miglio…): “ho portato il mio cardellino dal veterinario all’angolo, ha un brutto raffreddore, e ho pensato perché non farle un salutino?“. Infatti, perché?

Le apro la porta proprio mentre cerco di deglutire l’ultimo pezzo di un hamburger che si era immolato per il mio pasto serale. La guardo con aria colpevole e cerco di fingere con la mia coscienza che mi fissa dall’uscio che si tratti di tofu (vade retro tofu. Non mi avrai mai!).
Ovviamente le chiedo di fermarsi a mangiare con me, giurandole che stavo proprio per addentare della verdura, o un legume. Uno qualsiasi…

Perché nella mia testa i vegetariani sono fatti per il 40% di ceci, 40% di insalata e 20% di fagioli (e meno male…).

Al suo entusiastico si, entro nel panico. E mo’? Parte un velocissimo check mentale su ciò che staziona tra frigo, freezer e dispensa. E realizzo che posso cavarmela in un solo modo.

TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA con fetta

Il mio cavallo di battaglia svuota frigo, quello che ho imparato a fare alle medie per sfamarmi, ma questa volta senza imbottirlo di salumi: TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA.

Se usate le verdure congelate (come me), sbollentate 400gr. di spinaci in una pentola con poca acqua salata, una volta scongelati, scolateli bene e metteteli in una padella con 1 filo di olio e del peperoncino e fate rosolare per qualche minuto. 

In una ciotola mescolate 250gr. di ricotta asciutta con 50gr. di provola tagliata a cubetti, 50gr. di formaggio grattugiato, 1 pizzico di noce moscata e pepe. Aggiungete gli spinaci e amalgamate bene (se non avete vegetariani in giro, potete a questo punto aggiungere prosciutto o salame a cubetti).

TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA da cuocere

Stendete 1 rotolo di pasta sfoglia, con la sua carta forno, in una teglia, bucherellate il fondo con una forchetta e poi versateci l’impasto, stendete bene, richiudete i bordi e cospargete con altro parmigiano e semi di sesamo.

Mettete in forno caldo per 25/30 minuti a 180°. Comunque fino a quando non è bella dorata.

TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA con fetta tagliata

Una volta pronta la TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA, la fate raffreddare e poi la potete servire con un ricco contorno, e che ve lo dico a fare, di verdure.

Non ci crederete, ma la mia amica Patty è rimasta estasiata, proprio una torta salata niente male.
Certo che pure il mio bell’hamburger di Chianina…

0 thoughts on “Vegeto ergo sforno: TORTA RUSTICA SPINACI E RICOTTA

  1. Quanto è godibile questo post! Mi hai fatto sorridere, e non poco. Ps.: Anche io non sopporto il tofu. Giuro che ho provato a rendermelo simpatico, ma proprio non c’è storia tra me e lui… Grazie per essere passata dal mio blog. Sicuramente io passerò spesso da queste parti. 🙂

    1. Grazie! sono contenta che ti sia piaciuto il post. Diciamo che compenso la mia scarsa cucina con tante parole… Ma il tofu, giammai!! Ci vediamo presto anche sul tuo blog. Buona serata.

  2. Ahahah bellissimo articolo, da vegana convinta mi hai fatta un sacco ridere!
    In effetti invitarci a cena genera sempre panico… “ma cosa mangi esattamente tu??”
    infatti se esco a cena mi professo solo vegetariana altrimenti adieu vita sociale… 🙂
    Grazie, di essere passata dal nostro blog (mio e del mio coinquilino onnivoro), se cerchi ispirazione per cene vegetariane (e non solo..!) passa a trovarci!
    Io intanto vado a provare a farmi il tuo sformato senza uova e formaggio 😉

    1. Grazie a te! E’ sempre difficile scrivere qualcosa di ironico su questo tema senza urtare la sensibilità di qualcuno… Spero che lo sformato “epurato” ti piaccia! A presto

      1. Immagino… meglio non prendersi troppo sul serio in queste cose o si rischia di diventare troppo “integralisti”… io sono la prima a prendermi in giro 🙂
        a presto!! E aspetto altri articoli sulle tue avventure con noi “erbivori” XD

  3. Sei divertentissima! Mentre leggevo da sola la tua pagina ridevo ed il mio boy dall’altra sala fa: “Ma che è? Ma questa è pazza!” XD
    Comunque da una scatoletta pronta hai avuto una bella idea, brava!

Rispondi