- Cheesecake, Cioccolato, Estate, No bake, Sdolcinerie, Senza burro

La resilienza di una TART PAN DI STELLE CON MOUSSE ALLA CREMA DI NOCCIOLE

Alleniamoci a reggere tutti gli urti della vita, compresa una cena a sorpresa con 40 gradi all’ombra e un dolce da preparare. Per fortuna ci viene in soccorso una TART PAN DI STELLE CON MOUSSE ALLA CREMA DI NOCCIOLE.

Mai come in questi tempi c’è bisogno di tanta resilienza. Quella straordinaria, incredibile e per questo rara capacità di assorbire un urto senza spezzarsi.

Certo è facile scrivere una parola sul vocabolario e trovarne la definizione. Il difficile è metterla in pratica fuori dalla Treccani.

La resilienza richiede un forte grado di elasticità, solo così non andiamo in mille pezzi al primo urto ricevuto. Il problema è che l’elasticità diminuisce sempre di più con il passare degli anni. Il nostro corpo è sempre meno elastico, la nostra mente, purtroppo, anche.

In sostanza siamo carichi di resilienza quando ne abbiamo meno bisogno, per esempio a 20 anni, mentre dai 40 in sù la resilienza scarseggia come gli autobus a Roma ad agosto (e non solo…).

E allora che si fa?

La resilienza è come un muscolo e va allenata. Prima della tragedia, ma pare sia possibile anche dopo.

Per la serie: se hai la tendenza a perdere l’unico autobus disponibile in tutta la città, allenati nella corsa per inseguirlo.

Ma la resilienza come si allena?

Pare che l’ottimismo aiuti. E se non ne hai di tuo, acquisiscilo. Sbatti fuori dalla tua vita le persone negative oppure, come un untore, contagia tutti con il tuo ottimismo straripante.

Ma puoi anche usare la resilienza per riscrivere la tua storia. Cioè, usa la batosta ricevuta per trarne insegnamenti e nuovi stimoli di vita. Ne uscirà una biografia nuova di zecca.

Non biasimarti sempre. Perché non tutto quello che accade è colpa tua. Certo potevi starci attenta, potevi capirlo da alcuni segnali, potevi arrivarci.  Ma non si può controllare tutto tutto…

Pensa al passato. Pensa a chi conosci e se l’è vista molto più brutta di te, magari senza battere troppo ciglio. Ma pensa anche a te, alle prove che hai già superato, a come sei stata brava a farlo. Puoi farlo di nuovo. O almeno puoi provarci.

Anche aiutare gli altri allena alla resilienza. Aiutare e farsi aiutare. Avere amici e parenti pronti a sostenerti ti fa sentire più forte. Ma anche sostenere chi ne ha bisogno ti fa capire quali sono le vere priorità nella vita. E spesso non sono quelle per cui stai soffrendo tu.

Stress cammina con me! Pare che anche affrontare lo stress, accettare che faccia parte della nostra vita, inglobarcelo dentro e viverci allegramente insieme, prendendo delle sane pause per non impazzire, faccia bene alla resilienza. Se lo dite voi…

Abbandona il tuo divanetto posizionato da anni nella Comfort zone. Quindi fai cose nuove, mettiti in gioco, sfidati. Stressati di più per stressarti di meno!

Insomma, lo stress aiuta ad essere più forti. Punti di vista…

Io però, almeno in cucina, preferisco non stressarmi e allora: TART PAN DI STELLE CON MOUSSE ALLA CREMA DI NOCCIOLE senza cottura.

Come prima cosa ho tritato finemente con il mixer 200gr. di biscotti Pan di stelle (o quelli che preferite) ho aggiunto 3/4 cucchiai di crema di nocciole (io ho usato la crema Pan di stelle) e ho mescolato ancora. 

Ho versato l’impasto di biscotti in un anello (da 16/18cm) foderato di carta forno e posizionato su un piatto, ho compresso bene con l’aiuto di un cucchiaio e messo in frigo per circa 1 ora.

Intanto ho preparato una mousse con la crema di nocciole Pan di stelle.

In una ciotola (fatta raffreddare in frigo insieme alle fruste) ho montato 250gr. di panna senza zucchero molto fredda con 40gr. di zucchero a velo, ho aggiunto 120gr. di crema di nocciole e 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere e lavorato con una spatola in modo da amalgamare il tutto delicatamente. 

Ho ottenuto una mousse che ho messo in frigo a rassodare.

Con la sac à poche e un beccuccio liscio, ho realizzato sul disco di biscotti tanti ciuffetti di mousse che ho decorato con piccole stelline di zucchero e con grandi stelline ottenute con la pasta di zucchero.

Ed ecco pronta la TART PAN DI STELLE CON MOUSSE ALLA CREMA DI NOCCIOLE senza cottura.

Un facilissimo dolce estivo perfetto per qualsiasi festività!

0 thoughts on “La resilienza di una TART PAN DI STELLE CON MOUSSE ALLA CREMA DI NOCCIOLE