- Cupcake, feste, Sdolcinerie

Il femminismo misogino di Wonder Woman e quei CUPCAKE PAN DI LIMONE meravigliosi

Wonder Woman mania (la mia) e CUPCAKE PAN DI LIMONE passione (sempre la mia), anche in versione ciambella. Pure molto bella!

Cupcake pan di limone con stelle e Wonder Woman

Per me Wonder Woman resterà sempre e per sempre lei: Lynda Carter.

E con Lynda resterà per sempre quella mitica giravolta che trasformava Diana Prince da irreprensibile segretaria con gli occhiali destinata a sposare un avvocato, a sexy eroina un po’ bagnina con gli stivali e un po’ perenne Miss America in attesa di sfilare per il titolo.

Da quella serie tv anni ’70 io adoro Wonder Woman.

Il fumetto narra che un capitano dei servizi segreti finisce su un’isola popolata da Amazzoni. Un’isola di sole donne a cui non pare vero che ci sia finalmente un maschio (perchè hai voglia a dire io sto bene da sola, io sono mia, vorrei vivere in un mondo senza uomini. Poi ne vedi uno per sbaglio…).

Tra queste dee guerriere, c’è la principessa Diana, cioè Wonder Woman, che, dopo averlo amorevolmente curato ed averne apprezzato la compagnia, decide di riportarlo a casa per salvare il mondo dalla cattiveria e stupidità dell’uomo (e per uomo non intendo essere umano, ma proprio uomo maschio). E magari pure continuare il dialogo con il capitano.

Come ogni emigrante che si rispetti anche lei parte con ogni ben di dio, infatti le dee Amazzoni la spediscono carica di poteri divini con cui può fare tutto o quasi, praticamente come Superman, ma anche dotata di una serie di gadget magici un po’ come Batman e i suoi giocattoli da ricco.

E come una Barbie ha anche un aereo tutto suo con cui spostarsi. Un aereo invisibile però, non rosa baby. Non so se mi spiego. Io non ho neanche la macchina!

Come non essere pazza di lei!

Diana finisce per fare da segretaria al capitano e da Wonder Woman contro i cattivi. Salvando la vita anche al suo principale che si mette spesso nei guai. Uomini!

Lei ovviamente finge di essere miope, imbranata, piccola e fragile, poi però spiccia tutte le incombenze, risolve i guai, risponde al telefono, corre e salta dappertutto, schiva proiettili, parla con gli animali, imita voci, scrive a macchina.

Insomma fa quello che fanno tutte le donne quotidianamente mentre gli uomini chiedono dove sono i calzini puliti.

Wonder Woman funky pop su alzatina

E molte di queste cose le fa indossando un bustino con short a stelle e coppe a punta.
Un outfit comodissimo in ogni stagione e situazione.

In barba agli insegnamenti di Enzo e Carla secondo i cui dettami l’abito si sceglie in base all’occasione d’uso. Vabbè, ma chi avrebbe mai avuto il coraggio di dire a Wonder Woman “Ma come ti vesti?“.

Non una tutina aderente come Catwoman, che almeno sotto ti puoi mettere una canottiera lana fuori e cotone sulla pelle, non un mantello come Supergirl che ti copra il fondoschiena in caso di eccessi a tavola. No, solo un costume intero che neanche ti slancia le gambe.

Ovviamente una mise da prima notte di nozze a Dubai che solo un disegnatore maschio poteva concepire. Ma Wonder Woman non fa una piega, anzi ne fa’ il suo vessillo.

Dimostrando che se un maschio ti costringe a girare in mutande e stivali con tacco a spillo puoi comunque salvare l’intero pianeta. Non solo passeggiare sul ciglio di una strada la notte…

E poi, sarà pure un costumino sessista da eroina super sexy, ma è dagli anni ’70 che provo invano ad entrarci…

CUPCAKE PAN DI LIMONE stelle e strisce

E per continuare a provarci senza successo, mi mangio questi buonissimi CUPCAKE PAN DI LIMONE. Quelli fatti con limoni interi.

Per prima cosa ho preso 1 bel limone ricevuto direttamente dal contadino, l’ho lavato bene, tagliato a metà, scavato per estrarre la polpa e privato dei semi. Ho poi frullato tutto, polpa e buccia (se non siete certi della provenienza del limone, usate solo la polpa e quindi 2 limoni).

Cupcake pan di limone preparazione limoneAggiungo 1 uovo, 80ml di olio di semi e 100gr. di zucchero di canna, e frullo ancora.

In una ciotola ho mescolato 120gr. di farina setacciata con 1 bustina di lievito istantaneo e 50gr. di farina di mandorle, 1 pizzico di sale e di noce moscata. Ho mescolato e poi ho unito agli ingredienti secchi quelli liquidi, aggiungendo 20ml. di acqua.

Cupcake Pan di limone_peparazione

Dopo aver amalgamato bene ho versato nei pirottini (circa 10) e infornato in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.

Cupcake pan di limone da infornare

Ho poi montato 300ml. di panna fresca con 2 cucchiai di zucchero a velo e qualche goccia di colorante giallo.

Cupcake pan di limone nel piatto

Infine ho decorato i Cupcake Pan di limone con la panna e stelle di zucchero.

L’effetto Wonder Woman è assicurato! Peccato che non riuscirò mai ad entrare in quel costumino…

9 thoughts on “Il femminismo misogino di Wonder Woman e quei CUPCAKE PAN DI LIMONE meravigliosi